logo
logo

L'acero lacero » Una vita migliore

 

UNA VITA MIGLIORE

 Sintesi della presentazione del libro L’ACERO LACERO del 3 giugno 2008 presso l’associazione “Con Dio e senza Dio”

 Il mondo è pieno di persone che si sentono insoddisfatte, infelici, smarrite. Mutuando il termine dal buddismo possiamo definire questo stato come sofferenza. La nostra società dei consumi con lo iato tra gli oggetti del desiderio (e non solo materiali) e la possibilità di conseguirli la genera in continuazione e aggrava la situazione.
A costoro si può proporre un percorso di pensiero seguendo il quale potrebbero lenire la sofferenza.

 Dove risiede la sofferenza? Nel cervello, nella mente, nel pensiero, nella filosofia di vita di ciascuno di noi, implicita o esplicitata che sia.
Il problema essenziale sta nella distanza tra gli stati mentali e ciò che la vita, che abbiamo fuori e dentro, vuole da noi.
Le soluzioni sta allora principalmente nell’agire su alcuni stati mentali:

·         La giusta visione della realtà

·         Conoscere noi stessi

·         La distonia tra ciò che siamo e ciò che dovremmo essere

·         La mancanza di una visione globale della vita

·         L’assenza di una corretta direzione della vita

La giusta visione della realtà
Esistono delle verità universali che vanno sempre considerate e rispettate

  • Esiste un mondo globale che ci avvolge e di cui facciamo parte. Viene definito Dharmakaya oppure Tao, ma tutti siamo uniti, sulla stessa barca (pensiamo ai cambiamenti climatici). Questo significa che l’uomo non è diverso dagli altri animali. Non è a immagine e somiglianza di Dio. Ha solo un sistema nervoso più complesso
  • Impermanenza: le cose non stanno mai ferme (pensare agli atomi). Questo significa che non esiste un futuro preordinato ma tutto è libero e determinabile
  • Interdipendenza: ogni cosa che fai ha una reazione. Questo significa che ogni essere vivente può cambiare le cose nel bene e nel male
  • Noi siamo vita e solo vita e siamo soggetti alle regole della sopravvivenza

Conoscere noi stessi
Esistono caratteristiche fondanti della propria natura individuale:

  • Siamo figli di una lunga storia non solo dei nostri genitori (pensiamo alla paura dei serpenti).
  • Abbiamo una Storia familiare (si può nascere Lord e plebei)
  • Il tipo di educazione ricevuta (i giovani d’oggi e come eravamo)
  • Il contesto temporale e spaziale (i nostri geni nella storia:chi saremmo stati nel medio evo?)
  • Della propria storia personale (la vita insegna a ognuno cose diverse)

 Esistono delle caratteristiche definite, scritte nel nostro DNA

  • Bisogno di sicurezza (primum vivere)
  • Bisogno di affermazione  (esprimere i propri geni)
  • Essere partecipi al processo vitale (il dramma della disoccupazione)
  • Dare continuità alla vita (i figli)
  • Il valore dell’alleanza (la società)
  • La natura della mente (il pensiero illusorio, volto a fini utilitaristici, tra egoismo e altruismo, razionalità e istinti )

La distonia tra ciò che siamo e ciò che dovremmo essere
La ricetta e’ essere la vita. Come si fa a essere la vita? vivendo in coerenza col nostro dna, secondo natura,   senza vergogna.
Quali sono i principi da seguire?

·         Essere se stessi , esprimere il talento individuale. La strada è intuitiva : chiedersi cosa si ha voglia di fare.

·         Unire mente e cuore. Fare esplodere i sentimenti, liberarsi dai condizionamenti. Amore, vita piena, vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo.

·         Prendere atto che siamo costruttori, dobbiamo fare, dobbiamo essere sempre in movimento, come le formiche. Non si può impedire a ogni uomo di agire.

 Bisogna però capire il valore dell’alleanza e del rapporto con gli altri.

·         Unirsi agli altri è in genere conveniente. Società complesse sono più vantaggiose di gruppi isolati. Pensare ai cacciatori di elefanti. – Da qui nasce la visione degli altri come esseri non diversi ai quali voler bene. Sono l’altra faccia della nostra medaglia. Da qui la comprensione, la benevolenza, la compassione.

·         Bisogna quindi rispettare e far agire tutti gli altri  (disoccupazione – precariato

Essenziale è l’alleanza con la natura. Non un bene da sfruttare ma un amico da proteggere.  

La mancanza di una visione globale della vita
La ricetta è che bisogna essere saggi:

·         Essere sempre consapevoli e presenti a se stessi.

·         Non prestare fede a nessuno, vedere solo con i propri occhi .

·         Vedere gli altri per quello che sono: esseri come noi che obbediscono a impulsi primordiali, vivono per sopravvivere, che sono l’immagine riflessa dal nostro specchio.

·         Vedersi nel tempo: un momento fugace, con la cura del futuro.

·         Capire i bisogni emergenti per la vita sulla terra.

La assenza di una corretta direzione della vita
E quindi se noi possediamo questi elementi di saggezza e di consapevolezza possiamo indirizzare bene e vivere consapevolmente la nostra attivita’, qualunque sia, per esempio:

·         Il lavoro.

·         La famiglia e i figli.

·         La lotta ai soprusi e alle diseguaglianze sociali troppo accentuate.

·         L’ambiente, senza il quale non siamo.

·        I giovani che sono noi al domani ai quali assicurare il passaggio del testimone.

GLI STRUMENTI
Ci sono strumenti che aiutano a vivere meglio. 

·         La cura del corpo, il contatto con se stessi, con il corpo, il bodymind.

·         Il contatto con la natura.

·         Imparare sempre, avere la mente aperta.

·         La meditazione, che dà concentrazione e pace.

 

LA CONCLUSIONE DEL LIBRO E’ CHE

  • se si riesce a vedere e capire la realtà e mettere in fila le cose, e le accettiamo,
  • se capiamo chi siamo e ci accettiamo,
  • se impariamo a guardarci dentro e tirare fuori il meglio di noi,
  • se ci comportiamo secondo natura,
  • se siamo saggi e quindi consapevoli,
  • se ci impegnamo per le cause giuste,
  • se utilizziamo anche strumenti idonei, 

SOFFRIAMO DI MENO E ABBIAMO UNA VITA PIÙ FELICE E POSITIVA

print
 
Login

:


Recupera password
Non sei ancora registrato?
Registrati ora!

Freely inspired to Mollio template
Powered by FlatNuX (FlatNuke3)! Valid HTML 4.01! Valid CSS! Get RSS 2.0 Feed
Powered by FlatNuX © 2003-2005| Site Admin: Me| Full Map
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.
Page generated in 15.9540 seconds.