logo
logo

Area Naturale Aiuoe » La visita spirituale

 

La visita spirituale

 

Un'area naturale si può visitare in diversi modi.

Solitamente viene visitata con un approccio scientifico – materialistico, osservando le diverse specie di piante con le loro differenze di forma, colore,  le loro relazioni con gli ambienti in cui vivono, l’utilizzo che ne fa la specie umana.

Altre volte viene vista sotto l’aspetto estetico – paesaggistico, come se fosse prevalentemente un giardino delle meraviglie.

Ma c’è un terzo modo per visitarla.

Un'area naturale è un concentrato di biodiversità. Lo spirito della vita si ricongiunge in uno stesso luogo attraverso esperienze e manifestazioni lontane nel tempo e nello spazio. Possiamo vedere e toccare con mano le diverse espressioni dello spirito vitale. Possiamo entrare in contatto e  sintonia con forme di vita nuove, diverse. E’ una grande ricongiunzione, la più grande esperienza spirituale che possiamo fare. Migliaia di espressioni diverse sono lì e noi possiamo toccarle, accarezzarle, abbracciarle come un parente che si ritrova dopo tanto tempo.

 

L’approccio estetico e spirituale va quindi a toccare i nostri sensi. Mostra le varie e magnifiche forme in cui la vita si è manifestata e diversificata. Si apre allo scambio di comune sentire con tutti gli esseri viventi, esaltato dal fatto che le piante stano ferme! Diventa una esperienza spirituale, un modo di abbracciare il mondo.

 

Visitare un'area naturale deve essere l’occasione di percepire, vivere e amplificare il contatto con altri esseri viventi e con il filo che li lega che si chiama natura.

 

Ma come godere appieno di questo frutto meraviglioso?

 

Come si effettua una visita spirituale ?

 

Una visita spirituale deve sempre essere preceduta da Tecniche di relax:

sentire il corpo … chiedere a ogni parte cosa vuole

distendere il corpo con tecniche di distensione,

esercizi di QI GONG

 

Il secondo passo è fare una prima passeggiata distensiva. La camminata deve essere lenta e stando i posizione diritta curando 4 aspetti:

La mente sgombra….

l’ ascolto….

la consapevolezza dei passi

la curiosità e la contemplazione. Questo consente di conoscere le piante che si incontrano e immaginarle nei paesi e negli ambienti d’origine

 

Siamo ora pronti ad un approccio spirituale::

 

Entrare in contatto: Toccare le piante: accarezzare rami e foglie dal basso verso l’alto….tenere in mano le foglie e attivare con esse scambi emotivi……..

Mangiare i frutti degli alberi, pensando di acquisire l’energia vitale che si disperde nella conservazione e nel trasporto.

Dare nutrimento alle piante con acqua o concimi.

 

Contemplare.  Ascoltare in perfetto silenzio i lievi rumori della natura. Stare seduti in contemplazione aderendo agli alberi per esempio con la schiena. Contemplare il tramonto, ammirare la bellezza e sa varietà delle forma di vita, e alla fine riflettere sul significato della propria esistenza.

 

Immedesimarsi.  Fare l’esperienza dell’albero: accovacciarsi come per essere un seme… alzarsi progressivamente e lentamente fino a distendere le braccia verso l’alto….  Immaginare che dei nostri piedi si sviluppino radici che ci radichino per terra … Immaginare il fluire della linfa dal basso verso l’alto .. immaginare che dalle nostre braccia nascano foglie, frutti semi e che questi si disperdano…

 

Convivialità: Fare il fuoco insieme, attorno al fuoco per raccogliere l’energia radiante….. apprendere lezioni di botanica e natura…. ascoltare letture e farne discussione …. lavorare insieme… mangiare insieme.. disegnare…

 

Prendere energia da un albero e

Comunicare con le piante (vedi nel sito nella parte spiritualità).

 

 

print
 
Login

:


Recupera password
Non sei ancora registrato?
Registrati ora!

Freely inspired to Mollio template
Powered by FlatNuX (FlatNuke3)! Valid HTML 4.01! Valid CSS! Get RSS 2.0 Feed
Powered by FlatNuX © 2003-2005| Site Admin: Me| Full Map
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.
Page generated in 18.3476 seconds.