logo
logo

Ecologia Profonda » Utilitā delle religioni

UTILITA’ DELLE RELIGIONI

Poniamoci la domanda: perché abbiamo le nostre idee in generale e in particolare sulla vita e sul significato dell’esistenza?

Il riferimento primario per la risposta è che il nostro modo di pensare è tutt’uno col corpo. Non esiste scissione tra corpo e mente e entrambe cooperano al fine del benessere individuale.
Tutte le ideologie sono volte a un vantaggio competitivo sociale e politico nel migliore dei casi. Le ideologie che abbiamo generalmente non sono nostre. Sono l’esito di una educazione che riceviamo in famiglia, a scuola, dalla società, anche in età avanzata.
Le idee sono il frutto di difese di interessi corporativi. Sono inculcate al fine di favorire gruppi di potere.

Noi umani possiamo adagiarci sulle idee ricevute o essere critici, pensarla in modo diverso, cambiare bandiera, ma sempre a seconda della nostra convenienza individuale.
Ma spesso questo aiuta ma non basta e ci sentiamo ancora depressi, infelici, insoddisfatti. Possiamo cambiare religione o partito politico ma non cambiare il nostro stato mentale.
La relatività delle idee: le idee, il modo di pensare è come un triangolo isoscele: ha come base una molteplicità di spunti, ideologie, condizionamenti educativi, ma come vertice uno solo: il vantaggio competitivo. Il nostro modo di pensare è sempre rivolto alla sopravvivenza di sé, della prole.
 

Ma a cosa serve una religione? Perché si sono affermate nelle diverse società umane? Quali vantaggi competitivi individuali e sociali danno? Proviamo a elencare.

  • A dare regole morali, specie quando non esistevano le leggi, finalizzate alla coesione sociale di un popolo
  • A dare regole di impostazione sociale ( esempio la famiglia)
  • A dare speranza, come una promessa di vita oltre la morte
  • A costituire elemento di coesione sociale
  • A costituire elemento di obbedienza politica
  • A dare certezze, come rispondere alle domande metafisiche dell’uomo, a dare una chiave di lettura del mondo

Infine possono sollecitare e dare voce e sfogo alle parti non razionali del nostro essere, il senso di comunanza con  il mondo, o per qualcuno con il divino, il sentimento, l’amore, l’istinto, l’inconscio, la paura, la gioia, tutto ciò che il materialismo e l’illuminismo ci hanno insegnato a negare, ma che pure esistono e sono alla base dei nostri comportamenti al pari della razionalità

Si può dire che la religione è “nei nostri geni” e può essere considerata come prodotto della selezione naturale? Alcuni biologi evolutivi credono di sì, perché l’esistenza di credenze religiose potrebbe procurare alcuni vantaggi agli individui o ai gruppi che le sostengono. Ciò non è però ancora stato completamente provato. Parrebbe più prudente ed empiricamente giustificato dire che la religione è con molta probabilità un sottoprodotto di vari sistemi mentali che sono il risultato dell’evoluzione per selezione naturale. 

Esistono poi religioni che non prevedono un Dio (Buddismo) e altre che lo prevedono (Cristianesimo, Islamismo). A cosa serve un Dio? Quale il vantaggio competitivo di una religione teista?

Proviamo a elencare:
  • La maggiore autorevolezza di un elemento esterno
  • Una più facile risposta alla domanda sull’inizio delle cose
  • Esiste una persona che punisce e premia e questo rinforza la tendenza a seguire le regole sociali correnti
  • Agire in nome di qualcun altro è più forte rispetto alla comune volontà di alcuni. Un conto è mandare a combattere perché lo vuole Dio e un conto è combattere perché lo vuole un re umano.
  • Agire in nome di Dio rinforza il potere delle classi dominanti

Risposta alla domanda: servono le Religioni? Servono oggi?

Chiaro che la risposta è individuale perché ciascuno di noi dà una risposta conveniente al proprio sistema di pensiero che è funzionale, come abbiamo detto in premessa, al proprio vantaggio competitivo.

Ma oggi abbiamo problemi da risolvere, che toccano gli interessi collettivi. E allora sono sicuramente utili se portano le persone nella corretta via della salute della terra e dell’ambiente, della tolleranza, della libertà e della pace.

print
 
Login

:


Recupera password
Non sei ancora registrato?
Registrati ora!

Freely inspired to Mollio template
Powered by FlatNuX (FlatNuke3)! Valid HTML 4.01! Valid CSS! Get RSS 2.0 Feed
Powered by FlatNuX © 2003-2005| Site Admin: Me| Full Map
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.
Page generated in 17.2699 seconds.